Hackintosh – Come installare macOS su un PC Intel /w Tonymacx86 tools

L’Hackintosh è una procedura hacking volta allo scopo di installare un sistema operativo macOS in un qualsiasi computer basato su architettura x86 / x64 non prodotto da Apple. Negli anni si è sempre preferito sistemi Intel, ma la procedura è compatibile anche con sistemi AMD.

Vedremo con effettuare l’Hackintosh su una macchina con motherboard Intel DQ45CB e CPU Intel Xeon, più precisamente in un drive del mio server casalingo. I componenti non sono parte restrittiva della guida, se avete una configurazione Intel based potete seguirla senza alcun problema. Saranno necessarie le conoscenze tecniche dell’hardware per selezionare i parametri adatti a voi durante le operazioni di pre-installazione e post-installazione. Iniziamo!

STEP #0 – Requisiti Hackintosh

Non tutte le versioni di macOS potrebbero essere compatibili con il tuo pc Intel based. Ad esempio nel mio caso l’ultima versione che posso installare è macOS El Capitan, per via dei problemi di compatibilità con la scheda madre Intel DQ45CB nella versione successiva.

STEP #1 – Download macOS

Il sistema operativo macOS è disponibile gratuitamente al download per chiunque abbia comprato Mac OS X Snow Leopard, Lion, Mountain Lion oppure per chi ha un Mac con installato OS X Mavericks in su. Per scaricare l’ultima versione di macOS basterà accedere all’App Store da qualsiasi Mac con installato OS X 10.7.5 in su.

Se hai bisogno dell’ultima versione di macOS (attualmente macOS High Sierra):

  1. Apri App Store
  2. Se non l’hai già fatto, effettua il login con il tuo Apple ID
  3. Scarica l’ultima versione di macOS ricercandolo tramite la barra di ricerca.

Usa questo link per aprire la pagina dell’App Store se invece hai bisogno di El Capitan.

L’applicazione Installa macOS sarà scaricata in /Applications.

STEP #2 – Preparazione drive USB avviabile

In questo STEP elencherò tutti i passi da eseguire per preparare una usb bootable con all’interno macOS grazie a UniBeast.

  1. Inserire la pennetta USB.
  2. Apri /Applications/Utilities/Disk Utility
  3. Selezione la pennetta inserita dalla barra di sinistra.
  4. Clicca Erase
    • Name: USB
    • Format: Mac OS Extended (Journaled)
    • Security options: Fastest
  5. Clicca Erase attendi, poi Done.
  6. Avvia UniBeast precedentemente scaricato.
  7. Clicca Continue, Continue, Continue, Continue, Agree.
  8. In Destination Select, seleziona USB e clicca Continue.
  9. In Select OS Installation seleziona la versione di macOS che hai scarico, nel mio caso El Capitan, clicca continue.
  10. In Bootloader Options seleziona UEFI Boot Mode se il chipset della tua motherboard appartiene alla serie 7/8/9/100/200. Legacy Boot Mode è consigliata per le serie 5/6 o altre motherboard Intel più datate, proprio come la mia Intel DQ45CB. Clicca continue.
  11. In Graphics Configuration seleziona l’opzione adatta al tuo sistema (GPU). Nel mio caso andrò ad effettuare la modifica in post-installazione.
  12. Nella schermata riassuntiva verrano mostrate le scelte fatte, verificale e clicca continue, inserisci la password, clicca Install.
  13. (!) Una volta terminata l’installazione copia/taglia e incolla MultiBeast nella pennetta USB, sarà utile in un secondo momento.

STEP #3 – Impostazioni raccomandate BIOS

Se stai effettuando l’Hackintosh su un sistema non UEFI carica le impostazioni default nel BIOS e imposta gli hard drive in modalità AHCI. Se stai effettuando l’Hackintosh in un sistema con BIOS UEFI:

  • Carica le impostazioni di default ottimizzate.
  • Se la tua CPU supporta  VT-d, disabilitalo.
  • Se il tuo sistema supporta CFG-Lock, disabilitalo.
  • Se il tuo sistema supporta Secure Boot Mode, disabilitalo.
  • Se presente, imposta OS Type su “Other OS”.
  • Se presente, disattiva IO Serial Port.
  • Se presente, abilita XHCI Handoff.
  • Salva e riavvia.

STEP #4 – Installazione macOS

  1. Inserisci la pennetta USB in una porta USB 2.0 , è importante che sia tale.
  2. Avvia il computer.
  3. Premi il tasto sulla tastiera designato dal tuo sistema per scegliere il boot device.
  4. Seleziona USB.
  5. Qui ti troverai davanti alla boot screen di Clover, seleziona Boot Mac OS X from USB.
  6. Raggiunto l’installer occorre formattare il drive su cui desideri installare il nuovo sistema operativo.
    • Nel menù in alto seleziona Utilities, e apri Disk Utility.
    • Seleziona il tuo drive dalla colonna di sinistra.
    • Clicca Erase.
      • Name: MACHD (puoi cambiarlo a piacimento)
      • Format: Mac OS Extended (Journaled)
      • Scheme: GUID Partition Map
    • Clicca Erase.
    • Al termine clicca Done e chiudi il Disk Utility.
  7. Iniziamo l’installazione vera e propria: clicca continue, continue, agree.
  8. In Install OS X seleziona il drive precedentemente formattato, clicca continue.
  9. Al termine dell’installazione il computer si riavvierà automaticamente.
  10. (!) Al riavvio seleziona Boot Mac OS X from MACHD (o nome digitato). Mi raccomando non selezionare l’entry precedente del punto 5 altrimenti ripeterai l’installazione da capo!
  11. Dopo il boot ti ritroverai la schermata Welcome, seleziona l’Italia, continue.
  12. Seleziona la configurazione della tastiera in uso, il valore di default solitamente è corretto, continue.
  13. Scegli se abilitare o meno i servizi di localizzazione (senza WIFI non possono funzionare), continue.
  14. In Sign In with your Apple ID seleziona Don’t sign in, continue, skip.
  15. Accetta i termini e condizioni, agree, agree.
  16. Crea l’account personale del computer, continue.
  17. Seleziona Roma come time zone.
  18. Scegli se inviare o meno informazioni diagnostiche ad Apple, continue.
  19. A questo punto dopo una configurazione veloce ti ritroverai nel Desktop di macOS.

STEP #5 – Post-Installazione macOS

Questo è lo step più impegnativo nonché più problematico. Infatti ottenere un Hackintosh completo di tutte le funzionalità e sopratutto stabile potrebbe essere un cammino lungo e doloroso. Di seguito il procedimento relativo al mio sistema:

  1. Apri la pennetta USB.
  2. Avvia MultiBeast.
  3. Qui dovrai effettuare le scelte in base all’hardware del pc. Nel mio caso:
    • Drivers / Misc:
      • FakeSMC
      • FakeSMC Plugin
      • FakeSMC HWMonitor
    • Drivers / Network / Intel: AppleIntelE1000 (ultima release).
    • Bootloaders : Clover Legacy Boot Mode
    • System Definition: Mac Pro 6,1
  4. Nel tab Build verifica che l’Install Drive sia quello corretto nella colonna di destra e clicca Install.
  5. Clicca Agree, inserisci la password, Install Helper.
  6. Al termine della procedura sarà possibile chiudere MultiBeast e riavviare il computer.

Se si sta utilizzando, come nel mio caso, anche un GPU NVIDIA saranno necessari dei drivers NVIDIA per il corretto funzionamento, essendo questa non nativamente supportata. Puoi scaricare la versione più recente a questo link.

STEP #5.1 – Come installare i Web Drivers Nvidia

  1. Avvia il driver package.
  2. Clicca continue, continue, agree.
  3. Clicca install, inserisci la password e Install Software.
  4. Al termine dell’installazione cliccare Restart, il pc verrà riavviato.

Per abilitare i Web Drivers:

  1. Avvia Clover Configurator.
  2. Monta la partizione EFI del disco (verifica che sia il drive dell’Hackintosh corrente se presenti più di un HDD/SSD).
  3. Apri il file EFI/EFI/Clover/config.plist con Clover Configurator.
  4. In Boot/Arguments :
    • nv_disable=1 : disabilitato
    • nvda_drv=1 : abilitato

Per quanto riguarda il mio setup sono inoltre necessari 3 kext per correggere l’audio e il comparto grafico:

  • AppleHDA.kext
  • Lilu.kext
  • NvidiaGraphicsFixup.kext

Copiare questi kext ed incollarli in EFI/EFI/Clover/kexts/Other .

Se vi sfugge qualcosa vi lascio il video a riguardo su YouTube in modo da non perdervi nessun passaggio, buona visione!

[content-egg module=Amazon template=list]

Pubblicato da Edoardo Conti

Edoardo Conti, studente di "Informatica Applicata" all'università di Urbino. Appassionato di Tecnologie come Stampa 3D, Domotica, Informatica, Video Making e altro condivide tramite i suoi canali le esperienze, opinioni e guide su tutto ciò che gira attorno a questi grandi temi.